sabato 20 dicembre 2008

West Ham - Aston Villa 0-1

Eccoci qui a commentare l'ennesima sconfitta della stagione, addirittura la quinta in casa in Premier della stagione: questa volta è il Villa a passare ad Upton Park.
La squadra ha giocato ancora una volta una buona prova collettiva, ma i risultati non arrivano, evidente è il problema sotto porta dove Bellamy e Cole non concretizzano mai, inoltre sicuramente manca qualcosa anche sulle fasce dove Behrami sta' sì facendo bene, ma risente di troppi infortuni (anche ieri è uscito), ma non ha un sostituto alla sua altezza, dalla parte opposta Collison, rimane un giocatore giovane e acerbo, con buone qualità ma ancora non in grado di fare la differenza.
Zola sta' lavorando con quel che ha disposizione, ma questa rosa ha troppe lacune; non credo che arriverà Pazzini che è molto vicino al prestito alla Sampdoria.
Ieri poi è successo qualcosa che raramente capita al Boleyn Ground: alcuni tifosi sono andati via prima della fine della gara, ormai rassegnati alla sconfitta.
Formazione.
West Ham: Green; Neill, Davemport, Upson, Ilunga; Collison, Noble, Parker, Behrami; Bellamy e C. Cole.
Aston Villa: Friedel; Cuellar, Davies, Laursen, Young; Petrov, Milner, Sidwell, Barry, Youg; Agbonlahor.
Cronaca.
Al 9' Neill sulla sponda di Bellamy si trova in ottima posizione all'interno dell'area di rigore, ma conclude malamente ciccando il pallone.
Al 12', grande occasione per Bellamy, il quale involato in velocità sulla fascia sinistra si trova a tu per tu con Friedel, ma il portiere di Villa è più bravo del nostro attaccante e salva la sua squadra. Il West Ham gioca un buon calcio, tenendo decisamente in mano il pallino del gioco.
L'Aston Villa si fa' vedere nella nostra area pericolamente soltanto al 22', Sidwell, ben imbeccato dalla sinistra, mette fuori da ottima posione (ottimo il lavoro in disturbo di Upson). Quattro minuti dopo, clamoroso errore in disimpegno di Parker, il quale appoggia all'indietro il pallone, ma sulla traiettoria si trova Young, che si presenta davanti a Green, per fortuna l'attaccante dei Villa si allarga troppo e conclude fuori.
Il primo tempo si conclude 0-0.
Al 47', Upson di testa mette fuori un bel calcio di punizione di Neill dai trentacinque metri. Un minuto dopo, corner di Noble, testa di Neill, ma palla di nuovo alta sopra la traversa.
Al 59', grandissima occasione con C. Cole, il quale non trova la porta da ottima posizione, su cross di Neill. Non si può continuare a sbagliare dei gol del genere, nella situazione che siamo dobbiamo assolutamente concretizzare, purtoppo però il fiuto del gol è una cosa che hai dentro, è difficile che uno migliori sotto questo punto di vista, o sei cinico e freddo caratterialmente e allora questi gol non li sbagli o non lo sei.
Al 63', ancora Cole, ben servito da Bellamy, centra Friedel.
Gli Hammers macinano gioco, ma al 77' arriva la beffa: Neill devia nella propria porta un cross di Milner, il pallone assume una parabola imprendibile per il povero Green.
I nostri provano a riversarsi in attacco, ma di fatto l'unica occasione importante che riescono a creare è in mischia con Davemport.
Una vittoria nelle ultime undici gare è troppo poco - siamo letteralmente sprofondati in classifica.

4 commenti:

sembo ha detto...

Mah, io non so più che dire. Secondo me la partita è stata pure giocata bene ma poi se non segni non vinci e spesso manco pareggi! Loro non è che hanno fatto niente di più del giocare in contropiede. Io mi chiedo perchè Zola insiste nel far giocare ancora Cole! Il primo tempo non ne ha presa una, sbagliando quasi tutto. Allora se c'è Sears o pure Tristan che ormai avrà la sua età ma prova a cambiare qualcosa!!! E invece è andato avanti con Cole che dopo i gol mangiato col Chelsea ne mangia minimo altri 2 (credo che se ci fosse stato Tristan almeno quello di testa l'avrebbe segnato). Non ci siamo, i soldi non ci sono e non si può comprare quasi nessuno. Ci manco solo che vendiamo Green e gente del genere a gennaio. Non so che dire ma personalmente Cole lo terrei fuori perchè non segna manco se gli tirano addosso gli altri. Se non facciamo punti in casa con partite del genere poi non possiamo pensare di andare a vincere in trasferta.

galchiber ha detto...

OOOOOH! Vedo che finalmente gli insulti calcistici da parte mia inviati a Cole da molto tempo trovano consenso da + parti! Spero solo che questa sconfitta non sia la definitiva condonna perchè perdere a quel modo è una beffa morale che può spezzarti le gambe, mi auguro che i giocatori e lo staff facciano tesoro di quanto di buono si è visto, le grandi squadre (o buone) comunque sono tali anche perchè hanno la loro dose di culo, vedi infatti il villa che ora è terzo grazie ad un autogol che gli ha dato 3 punti immeritati.

Purtroppo però sempre + gente si vede andar via da Boleyn Ground a partita non finita (vedi sconfitte con bolton, everton e yids9, anche se devo dire che da altre parti è peggio.

SEMPRE E COMUNQUE C'MON YOU IRONS!

ANDREA the Hammers ha detto...

aimè c'è poco da fare...
senza qualità non si va da nessuna parte! se la difesa regge si può sperare di portare a casa uno 0-0,ma se ci si mette anche la sfortuna allora risalire la china sarà improbabile.
a zola c'è poco da imputare:questa crisi ci impone di sperare solo in un miracolo.penso che sarà molto difficile evitare uno degli ultimi 3 posti,visto che anche il w.b.a e il blackbourn viaggiano meglio di noi.

Alfonso ha detto...

Ormai non ci resta che un Babbo Natale petroliere, non vedo alternative, i giocatori mancano, per una vittoria dobbiamo aspettare i salvatori Dyer e Ashton? la classifica incombe, gli hammers non meritano la Championship, confidiamo in Nani e in Babbo Natale (magari pure la Befana...)