domenica 28 settembre 2008

Fulham - West Ham 1-2

Arriva finalmente la prima vittoria in trasferta in campionato, sul campo del nuovo Fulham (squadra decisamente rinforzata rispetto lo scorso anno, non solo dagli innesti provenienti dalla West Ham: Pantsil e Zamora), dove anche nello scorso campionato avevamo portato a casa i tre punti (0-1).
C. Cole arrestato e rilasciato nella settimana precedente, e con forte rischio di esclusione per questa vicenda viene schierato ugualmente da Gianfranco Zola, ed è uno dei protaginisti assoluti della gara: sigla, infatti, il goal del vantaggio per gli Hammers, oltre ad essere protagonista di una buonissima prestazione.
Il West Ham scende in campo con la seguente formazione: Green; Faubert, Neill, Upson, Ilunga; Behrami, Parker, Noble, Etherington; Cole e Di Michele. Risponde il Fulham con: Schwarzer; Pantsil, Hughes, Hangeland, Konchescky; Gera, Murphy, Bullard, Davies; Johnson e Zamoroa.
Il vantaggio del West Ham arriva alla fine del primo tempo (42' min); Etherington si invola sulla fascia destra del campo e semina scompiglio nella retroguardia avversaria, arriva sul fondo, mette il pallone in mezzo, il quale viene deviato da Schwarzer verso il centro dell'area piccola, dove è appostato un rapace C. Cole, che facilmente insacca dentro la porta sguarnita.
Il raddoppio arriva tre minuti dopo (45' min) spelinda azione costruita dal West Ham: Cole viene incontro portando via uno dei difesori avversari ed effettua la sponda con Noble, il quale lancia in profondità Etherington che di prima, anticipando Schwarzer, mette la palla in rete.
Il Fulham accorcia le distanze nella ripresa su rigore: fallo di mano di Neill in una mischia in area, calcio di rigore calciato da Murphy, il quale spiazza inesorabilmente Green.
La classifica sorride in questo inizio di stagione, sicuramente più di quanto io avrei mai immaginato, indubbiamente questa vittoria può darci slancio per proseguire ad alti livelli, certo è che non abbiamo ancora affrontato le vere potenze di questo campionato e ce ne sono veramente tante.

giovedì 25 settembre 2008

Arrestato C. Cole

Nella notte tra martedì e mercoledì C. Cole è stato fermato dalla polizia, i quali lo hanno portato nel più vicino commissariato dove hanno riscontrato un livello di alcool nel sangue superiore al consentito.
Il giocatore rischia una pesante multa.
Zola probabilmente lo escluderà dalla formazione contro il Fulham: obiettivamente non è proprio il momento per cercarsi certe grane, in attacco manca anche Ashton (infortunato) e domenica potremmo essere ridotti a schierare il solo Di Michele in attacco o eventualmente, ma non credo che sarà la soluzione scelta, una coppia composta dall'italiano e da Sears.

Ricorso per il West Ham

Il West Ham, con un comunicato ufficiale sul proprio sito, ha reso noto che presenterà appello alla Corta di arbitrato dello sport di Losanna contro la multa inflitagli dalla giustizia inglese in merito al tesseramento di Tevez di due anni fa'.

martedì 23 settembre 2008

Carling cup: eliminati dal Watford

Finisce prematuramente la nostra avventura in Carling cup, infatti la "super corazzata" Watford - sono sarcastico - ci elimina mestamente al terzo turno.
Solito mal di trasferta che sta' caratterizzando il nostro avvio di stagione, non abbiamo ancora fatto un risultato decente su un campo avversario e non abbiamo di certo affrontato grandi avversari.
In ogni caso scoffitta per 1 a 0 con auto-gol di Mullins che trafigge il debuttante Lastuvka.
Zola ha cambiato cinque giocatori rispetto alla partita di sabato contro il Newcastle: oltre a Lastuvka per Green, sono stati schierati Walter Lopez (debutto assoluto con la maglia del West Ham per lui), Mullins, Boamorte e il giovane Sears.

Possibile maxi multa per il West Ham

Lo Sheffield United ha vinto il ricorso che aveva presenato di fronte alla giustizia ordinaria in merito al tessaremento di Tevez nella stagione 2006-07 da parte del West Ham.
Un tribunale britannico ha dichiarato illegittima la salvezza ottenuta in quella stagione da parte del West Ham e questa situazione potrebbe costare al nostro club un indennizzo di 37 milioni di euro da versare proprio nelle casse dello Sheffild.
Sicuramente il nostro club presenterà ricorso in merito a questa decisione: io voglio dire il mio pensiero. La vicenda mi sembra ridicola (direi pù da calcio all'italiana); il campionato si è concluso due anni fa, la federazione inglese sapeva perfettamente dell'anomalia di questo trasferimento, fa' mille controlli in occasione di ogni arrivo di calciatore extra comunitario in Premier, figuriamoci se non li ha fatti quando è arrivato Tevez in quel modo molto anomalo. Che la federazione ci metta la faccia, ora il West Ham deve risarcire lo Sheffild? Ridicolo, lo risarcisca la federazione, non la nostra società.
p.s. Ma il Totthenam quanti punti ha?
Io pensavo facesse un campionato stellare, invece è ultimo in fondo alla classifica...

lunedì 22 settembre 2008

West Ham - Newcastle 3-1

Di ritorno sano e salvo dall'Egitto scrivo questo post sulla partita di sabato contro il Newcastle.
Il West Ham del neo manager Gianfranco Zola continua la serie di vittorie casalinghe (arrivata a 3), ma molto lavoro è ancora da fare.
Debutta dal primo minuto David Di Michele (era subentrato nella partita precedente per l'infortunio di Ashton) con una prestazione assolutamente degna di nota: infatti già nel primo tempo è capace di mettere a segno ben due reti e un assist.
Zola schiera la seguente formazione: Green; Behrami, Upson, Neill, Ilunga; Foubert, Noble, Parker, Etherington; Di Michele e Cole. Risponde il Newcastle: Given; Edgar, Taylor, Coloccini, N'zogbia; Geremi, Cacapa, Butt, Duff; Owen, Xisco.
Il West Ham passa subito (7' min): Di Michele effettua una bella percussione partendo da destra e accentrandosi fino al limite dell'area, da quella posiziona scocca un tiro di sinistro che si insacca nella porta del Newcastle, fondamentale tuttavia per superare Given è sicuramente una deviazione di Cacapa che alza un pallonetto imparabile. Bella esultanza di Zola.
Al 10' min. calcio di punizione di Noble che termina alto sulla traversa; al 11' poi Owen si presenta solo davanti a Green, ma il guardialinee segnala un fuorigioco alquanto dubbio (aveva comunque concluso a lato).
Al 36' arriva il raddoppio per gli Hammers. Di Michele viene ben servito in profondità, si presenta davanti a Given, il quale però riesce a contrastare la sua conclusione, il giocatore italiano tuttavia riesce a recuperare nuovamente il pallone, finta il tiro di destro e poi invece conclude di sinistro sul primo palo.
Nella ripresa ancora protagonista Di Michele (54' min), il quale partendo sempre da destra arriva fin quasi dentro l'area piccola, probabilmente prova un tiro di destro, ma la sua traiettoria imperfetta arriva a servire l'accorrente Etherigton che insacca alle spalle di Given. (3-0)
Al 66' min. Owen accorcia le distanze, infatti l'ex pallone d'oro super Neill in dribbling e di destro conclude alle spalle di Green.
Vittoria meritata, tuttavia dobbiamo dare continuità ai nostri risultati, in trasferta dobbiamo incominciare a fare dei punti.
Altra considerazione su XL: la sponsorizzazione è finita anticipatamente per ragioni economiche che non tratteremo di certo qui, tuttavia mi chiedo come fosse possibile presentarsi con una maglia con la toppa sopra come la settimana scorsa o come si possa sovrascrive il nome dello sponsor con una toppa con scritto il numero del giocatore (questa settimana). Posso notare come facciamo passi da giganti di settimana in settimana, se non altro con questa progressione ci sono buone possibilità che la prossima settimana si presentino in campo con una maglia pulita.
Rimane in ogni caso un altro problema, quello dello sponsor principale che per una squadra di Premier League è fondamentale: con quello che rappresenta ormai questo campionato, non dovrebbe essere difficile trovare uno sponsor, tuttavia vedo che siamo in difficoltà anche su questo fronte.
Speriamo in bene...

lunedì 15 settembre 2008

West Bromwich Albion away

Parte con una sconfitta l'avventura di Gianfranzo Zola al West Ham. Il nuovo manager degli hammers non era però ancora presente sulla panchina nella partita che ha visto prevalere il West Bromwich Albion per 3 reti a 2.
La squadra di casa è passata immediatamente in vantaggio con una rete siglata da Morrison, alla quale hanno risposto i londinesi, dapprima con Noble che ribatte una corta respinta del portiere interventuto a salvare un pericoloso colpo di testa di Di Michele e successivamente con Neill, lesto a realizzare in mischia il gol del momentaneo vantaggio. Due minuti dopo arriva però il nuovo pareggio dei locali messo a segno con un penalty da Bednar.
La sconfitta per gli hammers arriva nei minuti finali a causa di un gol di Brunt.

giovedì 11 settembre 2008

Zola nuovo manager

L'ex giocatore del Chelsea Gianfranco Zola è in nuovo manager della nostra squadra.
Le sue prime parole alla conferenza stampa si sono concentrate sull'emozione di allenare per la prima volta una squadra importante e che il suo gioco sarà decisamente offensivo, ispirandosi alla sua fantasia di quand'era giocatore.
Zola è alla prima vera e propria esperienza professionale nel ruolo di manager e prenderà 1,2 milioni di euro a stagione.
Il mio pensiero: secondo me la società ha fatto una scelta decisamente azzardata, Zola, è stato un grande giocatore, ma sicuramente non ha l'esperienza e nemmeno il carattere per gestiere una formazione di Premier. Penso che l'Islandese abbia pensato: prendiamo Zola, spendiamo poco e se facciamo schifo gli diamo la colpa a lui.
Zola deve veramente fare un miracolo per ottenere dei risultati con questa squadra, si è vero abbiamo vinto due partite su tre in questo inizio di campionato, ma non facciamo illusioni, guardiamo in modo realistico la nostra situazione attuale: il livello della nostra squadra è decisamente tra i più bassi del torneo, possiamo ottenere molto solo "mettendo gli attributi", e il fattore Upton Park farà sicuramente il suo, tuttavia non penso che si possa pensare più di un decimo, undicesimo posto.
Zola ha un compito difficilissimo, ha solo da perdere da questa situazione: non può limitarsi ad ottenere una salvezza tranquilla, deve ottenere di più se vorrà continuare a fare l'allenatore o il manager.

domenica 7 settembre 2008

Andrea ci manda i suoi video ad Upton Park

L'amico Andrea di Milano gentilmente ci ha mandato due video della partita del West Ham con il Blackburn, alla quale lui ha assistito dal vivo.
Profondo rispetto per lui...e un ringraziamento profondo.

video

video

venerdì 5 settembre 2008

Walter Lopez ultimo colpo

Il ventiduenne nazionale uruguaiano Walter Lopez è l'ultimo acquisto del calcio mercato estivo del West Ham: il giocatore è un difensore era libero di accasarsi ovunque dopo che aveva lasciato il River Plate.
Sinceramente non conosco le caratteristiche di Lopez - da quello che si legge sui vari siti sembra essere un buon difensore centrale...vediamo che spazio avrà...

mercoledì 3 settembre 2008

Curb se ne è andato...

Alan Curbishley lascia il West Ham: come un fulmine a ciel sereno la società ha annunciato che il tecnico ha rassegnato le dimissioni.
Determinati per questa decisione sono state le cessioni di Ferdinad e McCartney non avallate dal tecnico, il quale li riteneva fondamentali per la propria formazione. Inoltre, non sarebbe stato consultato per gli acquisti di DiMichele e Ilunga.
Il suo posto momentaneamente sarà preso da Kevin Keen, in attesa di nominare il nuovo manager: principale indiziato è l'attuale allenatore della Croazia Bilic.

martedì 2 settembre 2008

McCartney va e Ilunga arriva

McCartney, nonostante il rinnovo di contratto di giugno, ritorna a militare tra le file del Sunderland; in entrata, invece, il West Ham registra l'acquisto in prestito del difensore togolese Ilunga dal Tolosa.

Chiusura del mercato con il botto: arriva David Di Michele

Proprio quando pensavo che il West Ham chiudesse il mercato senza andare a colmare una delle principali lacune, quella di una seconda punta rapida, arriva un bel colpo di mercato: infatti, il Ds Gianluca Nani è riuscito a chiudere un'importante trattativa di mercato con il Torino per David Di Michele.
Di Michele ha caratteristiche simili a quelle di Bellamy, si spera però che riesca a mantenere una condizione di forma migliore del gallese e soprattutto non subisca quella che è una vera e proprio maledizione per noi, ovvero i continui infortuni che attanagliano la nostra rosa; l'attaccante di Guidonia Monticelio (Roma) lo scorso hanno non ha avuto una stagione positiva nelle file del Torino, tuttavia in passato aveva sempre fatto bene, non tanto dal punto di vista realizzativo, quanto da quello tecnico: in particolar modo a Palermo e Reggio Calabria.
Di Michele arriva con la formula del prestito per un anno con diritto di riscatto a favore degli Hammers: indubbiamente un'ottima soluzione per noi poichè il giocatore non è più giovanissimo (1976) e dovrà fare veramente la differenza se vorrà essere confermato tra le nostra fila.
Vediamo cosa combinerà...