lunedì 25 febbraio 2008

Bobby Moore







Ieri 24 febbraio era il quindicesimo anniversario della morte del più grande giocatore della storia del West Ham: Bobby Moore.



L'anniversario è stato commemorato con un minuto di silenzio prima della gara con il Fulham (formazione nella quale Moore milito per 3 anni dopo che lasciò il West Ham).



Bobby Moore debuttò nel West Ham a 17 anni l'8 novembre 1958 contro il Manchester United e ci restò fino al 1974, quando appunto passò al Fulham. Debuttò in nazionale a Lima contro il Perù il 20 maggio 1962 e dopo solo 12 partite ne divenne il capitano, e proprio con la fascia al braccio conquistò la Coppa del Mondo del 1966: l'unica fin'ora nella storia dell'Inghilterra.



Bobby Moore fu protagonista di due delle vittorie più prestigiose della storia del West Ham: la Fa Cup del 1964 (contro il Preston North End per 3 a 2 davanti ai 100.000 spettatori di Wembley) e la Coppa delle Coppe dell'anno successivo contro il Monaco 1860, sempre a Wembley, per 2 a 0.


Nel West Ham disputò 544 gare con 24 goal: West Ham - Herenford United del 5 gennaio 1974 fu l'ultima gara con la maglia degli Hammers da parte di Bobby Moore.


sabato 23 febbraio 2008

Fulham - West ham 0 - 1

Partita fondamentale per il Fulham, forse, ormai, un pò meno per gli Hammers.
Formazioni. Il Fulham si presenta con: Niemi, Stalteri, Hughes, Hangeland, Konchesky, Adreasen, Bullard, Murphy, Dempsey, McBride, Kamara. Rispondono gli Hammers con Green, Neil, Ferdinad, Upson, McCartney, Ljungberg, Mullins, Foubert, Noble, Boa Morte e C. Cole.
Al 12' minuto bella girata al volo di piatto destro da parte di C. Cole su cross di Neill.
Al 18' ancora C. Cole, servito con un bel tocco da Boa Morte, si presenta davanti a Niemi, ma il portiere viene salvato da un intervento provvidenziale di Hughes. L'attaccante di colore del West Ham sembra ispirato e due minuti dopo su sponda di Ferdinad scocca un bel tiro di collo da fuori area che si conclude appena sopra la traversa.
Il West Ham domina il campo e al 26' ha un'altra occasione per passare in vantaggio: a seguito di calcio d'angolo Ferdinad smorza di testa, la palla arria a Boa Morte, il quale sempre di testa (con la nuca) mette la palla alta.
Primo tiro in porta per il Fulham al 37' minuto con un tiro al volo di McBride da fuori area che però si conclude fra le braccia di Green.
Al 41' il Fulham nuovamente pericoloso con Dempsey che colpisce al volo un bel cross del canadese Stalteri: la palla termina per fortuna in fallo di fondo. Due minuti azione analoga, questa volta il cross di Stalteri è radente, Dempsey colpisce bene, ma la palla viene ribattita da Upson fuori area.
Finisce il primo tempo dopo un minuto di recupero sul punteggio di 0 a 0.
Partita controllata dagli Hammers anche nella ripresa.
Al 55' minuto quarto calcio d'angolo a favore del West Ham, batte Noble che trova Cole il quale colpendo di testa serve Boa Morte che però non riesce a correggere a rete.
Al 59' minuto bella triangolazione tra Noble e Foubert, il giovane nazionale inglese si presenta davanti a Niemi ma angola troppo.
Pochi minuti dopo ancora Noble protagonista con un bel lancio verso Cole, il quale arriva in area di rigore ma il suo tiro è centrale nelle braccia di Niemi; sulla controffensiva del Fulham, Dempsey si presenta davanti a Green effettua un pallonetto che per fortuna non supera il nostro estremo difensore.
Partita emozionante nella ripresa: uscita a vuota di Green su un lancio dalla trequarti di Konchesky, la palla ballonzola in area, arriva sui piedi di McBride, l'attaccante americano conclude a botta sicura verso la porta, ma la palla è respinta miracolosamente da Upson.
Incredile occasione per Cole al 72' minuto, il quale da solo in area a seguito di un assist di Ljungberg calcia centralmente in bocca a Niemi. Grande imprecisione da parte di Cole oggi, il quale ha avuto diverse occasioni da gol ma non ha saputo mai concretizzare.
Al 76' minuto pasticcio colossale da parte della difesa del West Ham, la palla finisce sui piedi di McBride che la mette indietro per Adreasen, il suo tiro viene deviato in corner da Neil. Due minuti dopo, a pasticciare sono i giocatori del Fulham: Hughes effettua un brutto retropassaggio a Niemi, il quale è preso leggermente alla sprovvista, ma nonostante fosse in controtempo riesce con la punta del piede ad anticipare il sopraggiungente Noble.
Al 85' minuto Green salva la baracca su Bullard: servito da un pallone filtrante di Andreasen l'attaccante del Fulham si fa parare il suo tiro da uno strepitoso Green. Scatta il contropiede del West Ham: Solano viene servito in area da noble e di mano colpendo in faccia Niemi con un calcio porta in vantaggio gli Hammers.
Un goal di rara irregolarità, ma che mi fa esultare lo stesso perchè io non sono sportivo ma tifoso del West Ham.
Finisce la partita dopo 5 minuti di recupero. Il West Ham vince 1 - o e io intono il mio bel coro:
Paolo Di Canio, Paolo Di Canio, Paolo Di Canio...

mercoledì 20 febbraio 2008

lunedì 11 febbraio 2008

Il calcio di una volta



Numeri dall'uno all'undici, niente sponsor sulle maglie..tre belle immagini dal Derby di Manchester. Dopo le notizie della settimana scorsa sulla possibilità di poter disputare alcune partite di campionato in America, Cina o Arabia, ci voleva proprio un salto nel passato per ricordarci come era bello il calcio una volta.

sabato 9 febbraio 2008

West Ham - Birmingham 1-1

Importante partita di campionato oggi per gli Hammers che con una vittoria potrebbero guadagnare una posizione in classifica. E infatti la squadra ci crede, soprattutto alla luce degli ultimi risultati positivi in casa, e la partenza è ottima: subito in gol con Ljungberg (primo centro con la maglia del West Ham) che come un rapace si avventa sul pallone spizzato i testa da Cole a seguito di una rimessa lunghissima di McCartney.
Il West Ham domina il campo ma alla metà del primo tempo Neill commette un ingenuità: da una rimessa laterale si fa tagliare fuori da McFadden e lo atterra in area, calcio di rigore per il Birmingham trasformato dallo stesso scozzese. E' il primo rigore trasformato da un avversario degli Hammers in campionato.
Il West Ham tiene comunque bene il campo tanto da avere diverse occasioni, spicca in particolare una bella azione collettiva di prima intenzione da Etherington di sinistro sul primo palo e parato da Taylor.
Nella ripresa pochi tiri scoccati dai giocatori del West Ham senza però raggiungere l'obiettivo del goal: di rilevanza soprattutto il tiro di Ashton dalla distanza al 74'.
Nel finale, mentre alcune persone lasciavano lo stadio anticipatamente, arriva anche la prima espulsione stagionale per un nostro calciatore: Bowyer (abbastanza ingiustamente tra l'altro dato che l'uomo effettivamente da buttar fuori era Mullins).
L'arbitro sancisce la conclusione della gara mentre da Upton Park si sentono diversi fischi di contestazione verso la squadra.

venerdì 8 febbraio 2008

giovedì 7 febbraio 2008

Upson miglior giocatore del mese

Upson, ieri sera titolare e autore di un'ottima prestazione in nazionale contro la Svizzera, è stato premiato dai tifosi del West Ham come miglior giocatore di gennaio.
Ecco l'elenco completo dei premiati fin'ora nei mesi precedenti:
Agosto - Mark Noble
Settembre - Dean Ashton
Ottobre - Robert Green
Novembre - Carlton Cole
Dicembre - Nolberto Solano

mercoledì 6 febbraio 2008

sabato 2 febbraio 2008

Brutta sconfitta

Dopo la bella vittoria contro il Liverpool di mercoledì sera arriva una brutta battuta d'arresto sul campo del Wigan Athletic.
Davanti a più di 20000 spettatori a decidere il risultato è una punizione dell'irlandese Kilbane nei minuti di recupero del primo tempo.

venerdì 1 febbraio 2008

Stagione '83 Walsall-Millwall e Aston Villa-West Ham lo stesso giorno!

Walsall e Birmingham (città dell'Aston Villa) sono entrambe nelle Midlans e nel 1983 capitò che lo stesso giorno si giocassero Walsall-Millawall di Terza Divisione e Aston Villa-West Ham per quella che sarebbe divenuta poi la Premier Leauge.
I membri dell'Intercity Firm, consci della possibilità di incontrare i Bushwackers, arrivati alla stazione di New Street presero il treno locale per Walsall invece di andare a Birmingham a vedere - si fa' per dire - la propria squadra.
Arrivati a Walsall i componenti dell'Inter City Firm si diressero allo stadio (Old Fellow Park), non molto lontano dalla stazione, qui alcuni tifosi del Millwall era già entrati all'interno mentre altri stazionavano ancora fuori (numericamente un centinaio): non si aspettavano nulla.
"Le sentinelle" dell Millwall avvisarono che stavano arrivando i tifosi del West Ham: allora i Bushwackers entrano tutti all'interno dello stadio ed invece di cercare lo scontro segnalarono che alle forze dell'ordine che c'erano degli "intrusi". La cosa fu uno smacco totale per quello che rappresentava essere hooligan: lo scontro bisognava accettarlo sempre e ovunque - tirarsi indietro e ancora peggio nascondersi dietro agli Oldi Bill non era certo un fatto onorevole.