giovedì 9 ottobre 2008

Crisi economica in società?

Arrivano brutte notizie in merito alle condizioni economiche del magnate islandese, proprietario del West Ham, Gudmundsson: la sua società, la Landsbanki (una banca), è stata in questi giorni nazionalizzata dal governo Islandese in relazione alla crisi economica mondiale che sta' colpendo diversi istituti di credito in tutto il Mondo.
Gudmundsson, di fatto, non controlla assolutamente più la Landsbanki, di cui deteneva il 40%, conseguentemente il West Ham non potrà acquistare nessun giocatore, finchè ovviamente rimane proprietario l'Islandese, se non auto-finanziandosi: ovvero vendendo i nostri migliori giocatori, o alcuni di essi.
Avevo un grosso timore quando è fallita XL (sponsor del West Ham fino a qualche settimana fa') perchè vedevo latitanza da parte della società nel cercare qualcuno che potesse sostituire questa compagnia aerea nella sponsorizzazione della squadra: non sbagliavo, infatti questa latitanza era dovuta a questo enorme problema finanziario che concentrava l'attenzione di molti in società.
Non credo che Zola si possa privare di alcuni giocatori simbolo della nostra squadra: Noble, Green, Neill non verrano ceduti, perchè privandosi di questi giocatori, difficilmente si riuscirebbe a rinforzare la squadra, ma più che altro la si indebolirebbe. Inoltre, sussiste un problema ben più grande della campagna acquisti, in questa situazione il West Ham potrebbe non esistere più fra qualche tempo.
A questo punto dobbiamo sperare che qualcuno si faccia avanti nell'acquisto del club, perchè questa è l'unica soluzione che ci permetterebbe di salvarci da un possibile fallimento.
Gudmundsson deve ora fare solo una cosa: cedere assolutamente il West Ham ad un acquirente in grado di garantire la continuità di esistenza del club stesso.
Mi tremano le gambe ragazzi...potrebbe finire tutto così...

5 commenti:

ICF MI ha detto...

la compro io !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

WEST HAM TILL I DIE

galchiber ha detto...

Si prospettano scenari da incubo, ma penso che ce ne voglia ancora tante prima di sparire dal mondo calcistico, comunque sia il fatto dello sponsor era sicuramente più di un campanellino d'allarme...

FOREVER C'MON UNITED

catri ha detto...

Oggi mi hanno intervistato a Radio Popolare per parlare di questo problema: credetemi, la situazione è brutta...

manja ha detto...

non siamo gli unici a rischiare il fallimento,purtroppo la crisi bancaria sta colpendo tutti!!!

west ham till I die anche in league two!!!

cobrahammer ha detto...

sono preoccupato,il continuare ad esistere vale piu' di ogni sogno di gloria.I giocatori passano,il WEST HAM UNITED FOOTBALL CLUB prima di tutto e tutti