martedì 17 marzo 2009

West Ham - WBA 0-0

Il West Ham torna in campo dopo due settimane di riposo, in cui la squadra ha potuto rigenerarsi a Marbella in ritiro: di fatto per sfruttare le temperature sicuramente più gradevoli rispetto a quelle di Londra.
Fatto sta' che ieri sera gli Hammers hanno giocato probabilmente una delle peggiori partite da quando Zola ne è diventato manager. Il WBA arrivava da quattro sconfitte consecutive, mentre noi potevamo infilare la terza vittoria di seguito. Non dobbiamo dimenticare che il nostro settimo posto in classifica deve essere difeso con i denti da qui a fine stagione, poichè potrebbe portarci addirittura la qualificazione per la Coppa Uefa.
La squadra continua ad essere falcidiata da infortuni, a momenti ci sono più giocatori in infermeria che in campo: dobbiamo notare che nelle ultime due stagioni, il numero di infortunati è stato veramente impressionante. E per non farci mancare nulla anche contro il WBA riusciamo a inserire un elemento nella lista degli assenti: al 28' del primo tempo è Upson ha fermarsi per un problema muscolare (al suo posto torna Spector, reduce da un'assenza lunga sei mesi).

Formazioni.
West Ham. Green; Neill, Tomkins, Upson, Ilunga; Noble, Kovac, Parker, Nsereko Savio; Di Michele e Sears.
WBA. Carson; Zuiverloon, Martins, Olsson, Robinson; Morrison, Koren, Dorrans, Greening; Brunt e Fortune.

Breve cronaca.
L'inizio di partita è condotto a ritmi veramente bassi, con le due squadre che si studiano; al 17' è il WBA a proporsi per la prima volta in zona goal con Fortune che di destro conclude esternamente rispetto la porta di Green.
Al 26’ azione di Morrison in percussione, nessuno lo ferma, si presenta fin davanti a Green, il quale però è bravo a chiudere lo specchio della porta. I nostri in questa occasioni si sono fatti saltare come birilli non da C. Ronaldo ma da Morrison!
Al 32’ min., finalmente si vede il West Ham in zona goal, Neill sfonda sulla fascia destra del campo, serve un bel pallone basso per Sears, il quale però si fa’ ribattere la conclusione da un difensore del WBA.
Gli ultimi minuti del primo tempo sono i migliori da parte della nostra squadra: al 35' min., Neill riesce ad andare alla conclusione prima di destro e poi di sinistro, in entrambi i casi si fa' ribattere; al 37', Parker conclude a rete alto sopra la traversa; e al 39' cross di Sears per Savio, il quale però conclude debolmente.
Il secondo tempo inizia con il WBA subito pericoloso, al 50' min. Martin, a seguito di un cross in area colpisce la traversa, evidente però il fallo sul Green!
Al 58', Savio si smarca benissimo, entra in area di rigore, ma poi conclude alto.
Al 70' min., la migliore occasione di tutta la partita; Greening si presenta in area di rigore, ma il suo tocco sotto per fortuna termina alto!
L'ultima occasione invece è per noi, splendida azione in velocità, Ilunga serve centralmente Di Michele, il quale effettua un intelligente velo, la palla termina fra i piedi di Sears che serve l'ex attaccante del Toro, l'italiano tuttavia conclude malamente.

Una partita veramente brutta, che non rimarrà negli annali del calcio: il punto a noi serve ben poco se ci prefiggiamo come obiettivo, da qui a fine anno,il settimo posto, buono invece per quanto riguarda la certezza matematica della salvezza (obiettivo che ormai ritengo raggiunto a meno di clamorose disfatte).

3 commenti:

Galchiber ha detto...

Era piuttosto inguardabile, soprattutto perchè sia noi che loro dalla 3/4 perdevamo palla come niente fosse e quindi non c'è stata un'azione degna da essere chiamata tale!
Di positivo segnalerei il buon piglio di Savio (anche se mi aspetto un po' più di qualità) che andava ad aggredire e recuperare palle ed il buonissimo esordio stagionale di Junior Stanislas che se non altro ha ravvivato con la sua velocità gli ultimi 10 minuti di una partita assai "bradipa"...

alfredo ha detto...

In effetti mi aspettavo qualcosa di più dagli Hammers...ma venivamo da un trend positivo e come sappiamo succede spesso che ci si imbatta in ricadute o passi falsi soprattutto se pensiamo a squadre del nostro calibro (a ridosso delle migliori). Comunque se proprio vogliamo vedere del buono nel torbido...diciamo che i giovani hanno espresso buone cose in campo...come sempre l'Accademy tira fuori giovani interessantissimi. E poi un bentornato a SPECTOR dopo sei mesi di guai. Ora bisognerà essere ancora più compatti dopo tutti questi infortuni e provare a difendere il settimo posto, sperando che qualcuno con i soldi si accorga di questo stupendo club e lo rilevi. COME ON HAMMERS COME ON!!

Jacopo ha detto...

Certo c'è anche da dire che questa era proprio una partita facile facile! Col Blackburn una vittoria ci terrebbe il Wigan, che gioca con l'Hull sabato, abbastanza lontano; confidiamo sempre in quel bravuomo che rileverà il club da quel pirla islandese