giovedì 17 aprile 2008

Brutte notizie

LONDRA (Gb), 17 aprile 2008 - Il proprietario del West Ham, il miliardario Bjorgolfur Gudmundsson, ha ordinato al tecnico Alan Curbishley di "tagliare" il monte stipendi dei giocatori. Un’imposizione che, stando a quanto dice il Daily Mirror, potrebbe significare l’uscita di scena da Upton Park di elementi come Freddie Ljungberg, Kieron Dyer e Lucas Neill, che guadagnano ben oltre le 80.000 sterline (poco meno di 100.000 euro) a settimana, previste come limite massimo consentito.
SVUOTA TUTTO - Le folli spese compiute dal tecnico (tabella alla mano, 10 giocatori per un totale di 47,2 milioni di sterline, pari a quasi 60 milioni di euro, il più caro è stato Craig Bellamy, ex Liverpool, costato 7,5 milioni di sterline, che fanno 9,2 milioni di euro) non sarebbero state giustificate dallo scarso rendimento della squadra, che ha fallito la qualificazione europea, mentre i continui infortuni di Ljungberg e il piede rotto di Dyer hanno irreparabilmente compromesso la stagione delle due stelle del West Ham, i cui ingaggi rappresentano una voce considerevole dei conti del club londinese, fra l’altro siglati dall’ex presidente, Eggert Magnusson, che solo il 13 dicembre scorso ha ceduto il restante 5% delle sue azioni a Gudmundsson, lasciando definitivamente il club. Da qui, la decisione del neo proprietario di "chiudere i rubinetti" per poter continuare a rimanere a capo della società acquistata per 85 milioni di sterline (ovvero, 105 milioni di euro) solo 15 mesi fa.
CURBISHLEY PIU' SALDO - Ironia della sorte, malgrado il West Ham dovrà vendere alcuni dei suoi giocatori più costosi per evitare futuri scivoloni finanziari (e ai nomi sopracitati si potrebbero aggiungere anche il portiere Robert Green e l’attaccante Dean Ashton), a uscirne vincitore sarebbe proprio Curbishley (che quelle spese le ha comunque suggerite e avallate), la cui posizione in panchina è ora più salda, non fosse altro per il fatto che Gudmundsson preferirà di certo tenersi l’attuale allenatore (arrivato al West Ham nel dicembre del 2006) piuttosto che sobbarcarsi gli eventuali costi di uno nuovo. Notizia, quest’ultima, che non farà contenti molti tifosi, che speravano nell’arrivo del c.t. della Croazia Slaven Bilic, indiscusso eroe di Upton Park.

Fonte: Gazzetta.it

1 commento:

Arsenal passion by ToscanArsenal(Francio) ha detto...

mah..mi pare il tutto un po grottesco...prima di spendere di solito un minimo di business plan andrebbe stilato!spero in una invenzione giornalistica